Medicina di Emergenza e Urgenza in soccorso delle fragilità

emergenti tra “mission e real life”

Aula Montalcini - Palazzo Creo Azienda Ospedaliera Universitaria di Perugia
27 Maggio 2022

Responsabile Scientifico: Dott. Paolo Groff

ID ECM  349506 

Crediti ECM  5 

Ore Formative  5 

Posto da sempre all’interfaccia tra territorio ed ospedale il Pronto Soccorso, nell’attuale assetto organizzativo del nostro sistema sanitario, rappresenta un canale di accesso facilitato per l’utente alle cure erogate dal sistema sanitario stesso.  Se, da un lato, ciò ha consentito lo sviluppo di aspetti disfunzionali  correlati ad un elevato numero di accessi impropri ad impatto più o meno evidente sul fenomeno dell’”overcrowding”, dall’altro ha evidenziato il ruolo crescente di questa struttura nell’accettazione e trattamento  di condizioni croniche e riacutizzate, difficilmente gestibili all’interno di protocolli territoriali in un contesto sanitario che ha determinato un globale aumento della sopravvivenza media dei pazienti portatori di patologie croniche.  Il grande anziano, il portatore di patologie croniche “end stage”, il paziente oncologico rappresentano “nuove fragilità” che spesso trovano nel Pronto Soccorso la possibilità di avere una risposta sulle 24 ore a problemi acuti correlati alla loro cronicità. L’inquadramento ed il trattamento di questi problemi presentano specificità operative che devono tenere conto della “fragilità” di questi pazienti. Solo un approccio multidisciplinare integrato che veda i professionisti dell’emergenza-urgenza in stretto rapporto con altri specialisti all’interno di un percorso che coinvolga Pronto Soccorso, attività ambulatoriali ed ospedale può costituire una risposta valida ad una crescente domanda di qualità delle cure in questo difficile terreno.